#festival, #jazz, #musica, concerti, live music

Bologna Jazz Festival 2021 suona in tutta la regione

Dal 28 ottobre al 16 novembre concerti in città e a Ferrara, Modena, Forlì

Concerti in città e in tutta la regione, nei teatri e nei jazz club, e attività didattiche e sociali. Il Bologna Jazz Festival torna dal 28 ottobre al 16 novembre con un programma ricchissimo, ospitando tra gli altri stelle come John Scofield con Dave Holland (9 novembre, Teatro Duse), il celeberrimo pianista cubano Gonzalo Rubalcaba in duo con Aymée Nuviola (14 novembre, Teatro Auditorium Manzoni) e Paolo Fresu con la sua formazione all stars in omaggio a David Bowie, accompagnato da Petra Magoni, Gianluca Petrella, Francesco Diodati, Francesco Ponticelli, Christian Meyer (1 novembre, Teatro Auditorium Manzoni).

Tra i più longevi del panorama italiano, con oltre trent’anni alle spalle (e l’esperienza previa del Festival Internazionale del Jazz, la cui prima rassegna risale addirittura al 1958) il Bologna Jazz Festival quest’anno si espande oltre i confini della città e arriva con i suoi concerti anche nei paesi vicini della provincia, e fino a Modena, Ferrara e Forlì.

Le All Stars di Paolo Fresu per l’omaggio a David Bowie

Jazz Fuori Porta

L’area metropolitana bolognese vedrà esibirsi il quintetto del batterista Marcello Molinari al Cine Teatro Fanin di San Giovanni in Persiceto (BO) l’8 e il 15 novembre (ospiti Diana Torto, voce e il vibrafonista Joe Locke) e i Jazzasonic del sassofonista Dario Cecchini il 7 novembre a Castel Maggiore (BO), al Teatro Biagi D’Antona.

Molti i concerti anche fuori città, come a Ferrara dove sarà lo storico locale Torrione Jazz Club ad ospitare i concerti di Trio Bobo (29 ottobre), Tiziana Ghiglioni con Giancarlo Schiaffini e Joëlle Léandre (il 30), il trio “Elpis” del batterista Zeno De Rossi (12 novembre) e dagli USA il trio del pianista Christian Sands (6 novembre) e il quartetto di Peter Bernstein (il 13).

Il BJF ha poi “adottato” i concerti principali di Jazz a Forlì, copromuovendoli nel proprio cartellone: il trio di Christian Sands (5 novembre, Sala Mazzini); il trio del pianista Danilo Rea con Massimo Moriconi e Alfredo Golino in omaggio a Mina (il 6, Auditorium San Giacomo); il trio della cantante Francesca Tandoi (il 7, Ristorante Tennis Club Carpena); il trio di Zeno De Rossi (l’11, Fabbrica de Candele); il quartetto di Peter Bernstein (il 12, Sala Mazzini); la Special Edition del trombettista Enrico Rava (il 13, Auditorium San Giacomo). A Modena si esibiranno in duo il trombettista svizzero Franco Ambrosetti e il pianista Danilo Rea (13 novembre, Teatro Michelangelo).

I jazz club di Bologna

Estremamente variegato e succoso il palinsesto dei jazz club cittadini, primo tra tutti il Cantina Bentivoglio che vanta la più lunga tradizione jazzistica. Qui, al Camera Jazz & Music Club e al Bravo Caffè sfileranno artisti nazionali e internazionali, come il trio del polistrumentista Shaun Martin (Snarky Puppy), la cantante Ada Montellanico col tubista francese Michel Godard, il sassofonista Seamus Blake, o il quartetto della cantante Rossella Graziani e quello con Luca Mannutza, Lorenzo Conte, Matteo Rebulla e Robert Bonisolo.

In ricordo di Steve Grossman

Steve Grossman (1951-2020) è stato uno dei musicisti statunitensi che più hanno lasciato il segno sulla scena jazzistica italiana. Nel corso degli oltre vent’anni trascorsi a Bologna, ha contribuito a formare molti dei più interessanti musicisti emersi in Emilia. A un anno dalla sua scomparsa, il BJF gli dedica una serie live e altre iniziative, tra il 29 e il 31 ottobre.

Come il “Tributo a Steve Grossman” della Bentivoglio All Stars il 29 ottobre alla Cantina Bentivoglio, la Steve Grossman Legacy Band, con Piero Odorici e Roberto Rossi (il 30 al Camera Jazz & Music Club) e il trio di Carlo Atticon “So Long Steve” (il 31, Ai 300 Scalini). Nell’incontro “Extemporaneous”Emiliano Pintori traccerà un ricordo di Grossman come uomo e musicista (30 ottobre, Museo internazionale e biblioteca della musica).

Attività didattiche e altri eventi

Giunge alla 9ª edizione il progetto didattico “Massimo Mutti”, dedicato al ricordo del fondatore del festival bolognese e realizzato grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. Dal 31 ottobre al 4 novembre si terrà il seminario della contrabbassista francese Joëlle Léandre presso il Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, aperto agli studenti del Conservatorio e del Liceo Musicale “L. Dalla” di Bologna, e coronato dal saggio-concerto finale il 4 novembre, durante il quale verrà assegnato il “Premio Massimo Mutti”: due borse di studio per la Fondazione Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz.

Dal 13 al 16 dicembre si terrà un secondo seminario al Camera Jazz & Music Club col pianista George Cables. Tornano le lezioni musicali di approfondimento “Jazz Insights” con Emiliano Pintori al Museo internazionale e biblioteca della musica (ogni sabato dal 6 novembre al 4 dicembre). 

Presentazione del volume illustrato “Le muse del jazz” (Edizioni Curci) di Vanni Masala e Marilena Pasini il 13 novembre (Museo internazionale e biblioteca della musica), con la partecipazione di Carla Marcotulli e Sandro Gibellini.

Prosegue poi The Sound Routes, iniziativa finanziata attraverso il Programma Europa Creativa della Comunità Europea e dedicata all’integrazione sociale e professionale dei musicisti migranti e rifugiati politici e coordinata dall’agenzia musicale spagnola Marmaduke: sono previsti workshop, jam session e concerti in Spagna, Italia, Belgio e Grecia. Gli artisti selezionati terranno una lezione-concerto per raccontare la propria esperienza umana e artistica (29 ottobre e 10 dicembre).

Il Bologna Jazz Festival è organizzato da: Associazione Bologna in Musica con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Bologna Città della Musica UNESCO, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione MAST, Fondazione Carisbo, Gruppo Unipol, Coop Alleanza 3.0, TPER, Città Metropolitana di Bologna, Peugeot, del main partner Gruppo Hera e con il sostegno del Ministero della Cultura.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...